it-ITen-USes-ESba-RU

trapani a vele spiegate

trapani a vele spiegate

Author: Anonym/Wednesday, May 11, 2011/Categories: News, Sicilia

Si sono appena concluse a Trapani le due giornate dedicate all’economia, dal titolo “Trapani a vele spiegate, la rotta verso uno sviluppo sostenibile”, tenutesi nella sala consiglio della Camera di Commercio. Sono intervenuti alla prima giornata di lavori il Prof. Renato Brunetta Ministro per la Pubblica Amministrazione e per l’Innovazione, il Presidente della Camera di Commercio di Trapani il Cav. Uff. Giuseppe Pace, il Prof. Matteo Caroli vice preside della Facoltà di economia Luiss Guido Carli di Roma, il Dott. Vincenzo Paradiso Direttore generale Sviluppo Italia Sicilia, il Direttore del Censis il Dott. Giuseppe Roma, il Prof. Ing. Dario Lo Bosco Presidente della Rete Ferroviaria Italiana, il Dott. Andrea Mondello Vice Presidente Comitato Promotore Olimpiadi Roma 2020, il Dott. Giuseppe Tripoli Mister PMI. È stato presentato lo studio preparatorio al piano marketing della provincia di Trapani, voluto fortemente dal Presidente Pace e curato dal Prof. Caroli. Il programma, basato su un’analisi del sistema economico trapanese confrontato con scenari simili a livello internazionale, pone le basi per un progressivo e duraturo rilancio del territorio a livello economico- sociale. “Trovo straordinaria, riferisce il Dott. Mondello, l’idea di creare un piano marketing per questa realtà; secondo me è un segno e la dimostrazione che certe volte le Camere di Commercio sono più innovative, moderne rispetto ad altri sistemi di rappresentanza associativa”. Infrastrutture e trasporti, turismo, produttività del territorio, pianificazione per lo sviluppo sono alcuni tra i tanti temi trattati. Secondo il Prof. Caroli, Trapani dovrà investire sulla propria immagine, non dovrà più essere solo la destinazione di un volo low cost, ma una meta da scegliere per ciò che offre, per gli eventi, per le bellezze artistiche, per l’enogastronomia e l’artigianato. Tutto ciò porterebbe investitori esterni che collaborando con le aziende locali riuscirebbero a far risalire l’economia della provincia. “La Sicilia - dice Lo Bosco - costituisce una piattaforma logistica sul mediterraneo. Per la prima volta nella storia delle Ferrovie dello Stato abbiamo creato una task force per il sud, che in sintonia con le attività del governo nazionale, sta già dando i suoi frutti”, si sta lavorando infatti al progetto di treni veloci (300 kmh), che collegheranno le principali città siciliane, smaltendo così il traffico autostradale. Secondo il Ministro Brunetta: “cambiare si può. Bisogna smetterla con il piagnucolismo, basta, è ora di finirla anche perché non vi sta a sentire nessuno.(…) Cominciamo a stimolare merito, valore, competizione, trasparenza. Il sud ha bisogno di queste cose, il sud ha bisogno di reputazione, legalità, rispetto delle regole, perché questo vuol dire attrattività e attrazione nel mondo delle imprese, vuol dire giustizia nei processi civili, penali, amministrativi, questo vuol dire trasparenza, merito, qualità della vita”.

Copyright My Aurora Tag– Aurora The World Wide Inrteractive Journal 2011
Vietata la riproduzione anche in forma parziale

  Scroll upScroll down

Number of views (23252)/Comments (0)