it-ITen-USes-ESba-RU

Cristiani, islamici ed ebrei: marcia e convegno a Genova per la pace e la fratellanza tra religioni e culture

Cristiani, islamici ed ebrei: marcia e convegno a Genova per la pace e la fratellanza tra religioni e culture

Dopo il tour per il centro, l’incontro alla Commenda di Prè. L’iniziativa è organizzata dall’European Muslims League

Author: Redazione Aurora/Friday, October 7, 2016/Categories: News, Italia, Liguria, EML, Italia

Genova per un giorno – venerdì 14 ottobre - Capitale della Pace mondiale in una vera e propria festa delle religioni e dell’incontro tra culture grazie ad una marcia-tour della pace e ad un incontro-convegno. Un evento organizzato dalla EML, European Muslims League (EML) presieduto dall’Ambasciatore di Pace Alfredo Maiolese, in collaborazione con World Organization of the States (W.O.S.), Genoa Diplomatic Academy, Associazione “Sicurezza e Legalità”.
La Lega dei Musulmani Europei - European Muslims League, è una organizzazione composta da europei, fondata il 10 maggio 2010 e registrata presso il Governo italiano, Ministero delle Finanze, con lo scopo di far conoscere l’Islam nella sua forma originale, religione di pace e rispetto per tutta l’umanità. Dal 4 Gennaio 2012 è stata iscritta nel Registro della Trasparenza dell’Unione Europea con possibilità di accesso al Parlamento. E dal 6 Dicembre 2012 EML è stata registrata presso il Consiglio degli Affari Sociali delle Nazioni.
La marcia della pace – tour della città in bicicletta e a piedi, partirà da Piazza della Vittoria, dove si trova il Monumento ai Caduti: alle 10.30 è in programma il raduno dei cittadini, delle rappresentanze militari, in servizio e in congedo, della Croce Rossa Italiana, di studenti, boy scout, associazioni sportive, varie istituzioni della società civile. Alle 11.00 è previsto l’inizio della sfilata fino a Piazza Caricamento dove, alle ore 12.30, i rappresentanti delle religioni celebreranno riti delle tre religioni monoteiste: cerimonia ebraica, Preghiera cristiana, Preghiera del venerdì per i Musulmani. Il Rabbino, il Monsignore e l'Imam ricorderanno le vittime del terrorismo e delle guerre.
Dalle ore 16 alle 20 il Museoteatro della Commenda di Prè Genova, nell’omonima piazza, ospiterà l’incontro, a ingresso libero, “La via della Pace” e la Conferenza per la pace, il dialogo e la fratellanza tra i popoli. L’incontro-convegno che ha ottenuto con il patrocinio della Regione Liguria, del Comune di Genova, organizzata dalla stessa Lega dei Musulmani Europei, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, Mu.MA, Cooperativa Solidarietà e Lavoro e Genoa Diplmatc Academy, avrà luogo nella Sala Capitolare del Museoteatro e tratterà i temi delle diversità religiose, dei Migranti, del ruolo della diplomazia e dei leaders spirituali. Vi sarà spazio anche per musica e video sugli stessi temi del dialogo e della fratellanza tra i popoli e la partecipazione straordinaria della Fanfara dei Carabinieri del III Reggimento di Milano.
Ebrei, cristiani e musulmani saranno insieme per il rispetto e l'armonia tra popoli e religioni: un dialogo per la fratellanza, per una crescita reciproca attraverso la conoscenza delle diversità. Il Mu.Ma o Museoteatro della Commenda di Prè che fa parte dell’antico complesso dell’Ospitale della Commenda è un gioiello medioevale di singolare bellezza. Fu costruito nel 1180 come luogo di assistenza ai pellegrini e ai crociati che si recavano in Terrasanta o ne tornavano. Oggi è sede di numerose iniziative dei nuovi residenti a Genova, con il suo messaggio forte “che nessuno si senta straniero a Genova” vede così valorizzato il suo ruolo di spazio di dialogo e comprensione reciproca, oltre che di riflessione sui migranti e i rifugiati.
Al convegno che sarà introdotto dal Presidente dell’EML, nonché Portavoce del W.O.S., Alfredo Maiolese, parteciperanno Marina Mannucci, Responsabile Relazioni Esterne Mu.MA- Museoteatro della Commenda, S.E. Marie Louise Coleiro Preca, Presidente della Repubblica di Malta, che interverrà su “ll ruolo di.Malta nel Mar Mediterraneo e gli sforzi per l'accoglienza dei migranti”, S.E. Ahmed Aljarwan, Presidente del Parlamento Arabo, che interverrà su “I rifugiati siriani in Europa”, S.E. Faisal Akef El-Fayez, Presidente del Senato di Giordania, su “Il ruolo del Regno di Giordania nel supportare i rifugiati”. Poi l’intervento dell’Ambasciatore di Pace Alfredo Maiolese, Presidente dell’EML su “L'attività di contrasto dei Musulmani in Europa ad emarginare gli estremisti e creare dei ponti di collegamento ed amicizia”, seguito da quelli del Dr. Faris Aal-Salman, Presidente del Baghad Economic Forum su “Il dopo guerra e la ricostruzione in Iraq”, dell’On. Mrs. Kholoud Alkhatatbeh, Membro del Parlamento Internazionale per la Sicurezza e la Pace, sui rifugiati in Giordania, con video e immagini, del Generale di Corpo d’Armata dott. Antonio Ricciardi Vicecomandante Generale dell’Arma dei Carabinieri su “Le missioni militari di pace nel Mondo”, del Colonnello Prof. Giuseppe Morabito, già Direttore del NATO Middle East Faculty e Membro della NATO Defence College Foundation, su “Il ruolo della NATO nel Medio Oriente”. Infine il Prof. Gianni Testino Coordinatore del Centro Alcologico Regionale, dell’Ospedale San Martino di Genova interverrà sul tema “La salute come momento di aggregazione”, Tiziana Ciavardini, Portavoce dell’Università Islamica d’Italia, su “L’Islam nei media. Poche verità e tante fantasie”, e il Generale Antonio Pappalardo, Portvaoce dell’Organizzazione Mondiale degli Stati”, su “Flying over the world skies”.
Al termine, consegna da parte del Presidente della EML, Ambasciatore Alfredo Maiolese, al Vicecomandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, di un attestato di riconoscimento per l’impegno profuso dai Carabinieri nelle Missioni di pace nel Mondo, in modo particolare nei Paesi musulmani. A seguire, sarà consegnato un attestato ad Alessandro, il fratello del Vicebrigadiere dei Carabinieri Salvo D’Acquisto che durante l’ultima guerra mondiale immolò la sua vita per salvare 22 ostaggi. Altri attestati a militari che si sono distinti nelle operazioni di soccorso umanitario.
Nell’occasione dell’incontro sarà presentata l’opera di Antonio Pappalardo, compositore, “Anima mia”, dedicata al mondo arabo su testo del poeta kuwatiano Al Babtain.
Gli eventi della giornata mirano, come ha dichiarato il Presidente dell’EML Alfredo Maiolese, “a creare in Italia e nel Mondo le ‘Città della Pace e dell’Accoglienza’, iniziando da Genova e proseguendo con tutte quelle città che vorranno assumere questa denominazione distinguendosi per l’opera di pace, dialogo, tolleranza e solidarietà tra i popoli”.


Copyright 2016 Aurora International Journal - Aurora The World Wide Interactive Journal.
Vietata la riproduzione anche parziale dei presenti contenuti

Number of views (13321)/Comments (0)

Redazione Aurora

Redazione Aurora

Other posts by Redazione Aurora